Argento colloidale benefici e usi

argento colloidale benefici

L’argento colloidale è un liquido contenente nanoparticelle di argento in sospensione dall’elevata azione antibatterica e curativa, tanto da essere considerato un antibiotico naturale.

Viene prodotto attraverso particolari processi a partire dall’argento elementare puro e acqua distillata.

È utilissimo per la salute del sistema immunitario, occhi, disturbi cutanei, apparato respiratorio, apparato uro-genitale e il sistema digerente.

Utilizzo dell’argento nella storia

L’argento è stato utilizzato per migliaia di anni come medicina alternativa per una grande varietà di disturbi.

Sin dai tempi antichi l’argento è stato molto apprezzato come strumento di guarigione, negli antichi paesi come: Grecia, Roma, Fenicia e Macedonia, l’argento è stato ampiamente utilizzato per controllare le infezioni e le cancrene.

Ippocrate, il “padre della medicina“, ha lasciato scritto che l’argento guarisce le ferite e alcune malattie come l’ulcera, Erodoto affermava che il re della Persia portava sempre con sé dell’acqua in fiaschi di metallo argento per prevenire le malattie. Nel 69 a.C, il nitrato d’argento viene incluso nella farmacopea.

La popolarità dell’argento come medicinale è sorta, principalmente nel Medio Oriente, dal 702 d.C. fino al 980 d.C. dove è stato apprezzato e ampiamente utilizzato per la purificazione del sangue, disturbi cardiaci e l’alitosi.

Paracelso, famoso alchimista rinascimentale, utilizzava in medicina l’argento e più tardi, se ne servirono Caradano, Pareo, e Sala.

Angelus Sala utilizzava il nitrato d’argento con successo per curare la corea, la sifilide e l’epilessia.

Verso la fine del 1800, l’argento nitrato era usato per le sterilizzazioni e come antisettico per in caso di ferite, dermatiti, disturbi vaginali, ustioni, verruche, acne ed eczemi.

Successivamente nel 1861 Thomas Graham scopre la soluzione colloidale, uno stato intermedio della materia che ha delle promettenti applicazioni mediche.

Agli inizi del 1900 veniva impiegato dai medici come antibiotico riuscendo a trattare efficacemente infezioni, virus, batteri patogeni, funghi e parassiti, e soprattutto per prevenire la cecità dei neonati, che spesso veniva causata da virus e batteri.

Il Dr. Henry Crook osservò che, la maggior parte dei microbi che entravano in contatto con l’argento colloidale, venivano eliminati in pochi minuti.

Con l’avvento degli antibiotici negli anni 1940-1945, viene dimenticato dalla classe medica sebbene molti medici continuano ad usarlo per la sua efficacia e sicurezza.

Oggi è tornato alla ribalta grazie alle crescenti conferme scientifiche sulle proprietà e alla produzione di argento colloidale di qualità superiore grazie alle più moderne tecnologie che possiamo riscontrare nell’argento colloidale vero.

15 Benefici e Usi dell’ argento colloidale vero

1) Antibiotico

L’argento colloidale, come anticipato all’inizio, è considerato antibiotico naturale, grazie alla sua azione antimicrobica, antibatterica e disinfettante.

Ha la capacità di eliminare infezioni fungine, virus e batteri.

Una ricerca del 2011 afferma che le nanoparticelle di argento hanno il potenziale per essere una valida alternativa ai trattamenti anti-fungini convenzionali per le condizioni correlate alla candida.

Uno studio taiwanese ha anche scoperto che l’argento colloidale può debellare i batteri resistenti agli antibiotici.

È anche molto efficace se usato in combinazione con gli antibiotici contro le infezioni da MRSA e stafilococco. Infatti, gli scienziati nel 1980 hanno scoperto 650 diversi tipi di agenti patogeni che sono rapidamente distrutti dopo essere stati esposti a piccole quantità di argento. È quindi un ottimo rimedio per prevenire l’influenza.

2) Combattere l’infiammazione batterica

Usando l’argento colloidale localmente, aiuta ad alleviare il dolore e il disturbo – di origine batterica – causato da infiammazioni intestinali, articolari, gonfiore e velocizzare la guarigione delle ferite.

Quando i ricercatori del National Institutes of Health hanno analizzato gli effetti dell’argento colloidale sulle infiammazioni della pelle, hanno scoperto attraverso i loro studi, che i soggetti trattati avevano un recupero completo entro 72 ore, mentre, chi non era sottoposto all’argento colloidale, manteneva l’infiammazione più del restante gruppo.

3) Infezioni oculari

Grazie alle sue proprietà antibatteriche e antivirali l’argento colloidale può lenire e aiutare la guarigione da infezioni oculari.

Il trattamento non potrebbe essere più semplice, basta aggiungere due o tre gocce di argento colloidale per occhio, e ripetere tre o quattro volte al giorno, se si preferisce, è possibile utilizzarlo delicatamente come un collirio o spray sugli occhi.

4) Infezioni dell’orecchio

argento colloidale gocce

Le infezioni dell’orecchio possono talvolta essere causate da diversi tipi di batteri o funghi ed è qui che entra in gioco l’argento colloidale, poiché è in grado di contrastare ed eliminare gran barte dei batteri patogeni può esser applicato localmente.

Funziona anche per l’orecchio dei nuotatori, basta aggiungere due gocce di argento colloidale nell’orecchio colpito una o due volte al giorno fino a quando i sintomi migliorano.

5) Lenire scottature, tagli e graffi

L’argento colloidale stimola la rimarginazione della pelle e la guarigione, si dimostra così un prezioso alleato in caso di abrasioni, tagli e graffi.

Uno studio pubblicato su Pharmacognosy Communications, ne conferma l’utilità ad uso topico, in caso di ustioni.

6) Migliorare alcune condizioni della pelle

L’argento colloidale, aiuta in tutte quelle situazioni di problematiche alla pelle causate da: funghi, virus e batteri, l’applicazione cutanea attraverso nebulizzazione di un prodotto puro aiuta a contrastare ed eliminare gli agenti patogeni.

Può inoltre essere applicato tramite dischetti di cotone, come i dischetti struccanti, oppure è possibile reperire on-line, in farmacia o erboristeria gel a base di argento colloidale, creme e fluidi viso.

Alcune condizioni della pelle dolorose, scomode e talvolta imbarazzanti possono essere: acne, brufoli, punti neri, teste bianche, cisti e pelle rossa e infiammata.

In caso di psoriasi di origine batterica, l’argento colloidale è una sostanza naturale che può aiutare a contrastare questa problematica applicandolo senza diluizione direttamente sulla parte interessata.

Aiuta infatti alla riformazione del tessuto epidermico ed a normalizzare il metabolismo dei tessuti, inoltre viene esplicata la sua azione disinfettante

Ci sono gel a base di aloe, argento e vitamina C che hanno proprietà immunostimolanti, calmanti, lenitive, battericide che possono essere applicati

In caso di Psoriasi come in caso di infezioni da candida o cistite è comunque bene consultare il proprio medico specialista.

7) Eliminare le infezioni della cavità nasale

argento colloidale sinusite

La sinusite, una continua sensazione di dolore o di pressione sulla fronte e naso chiuso cronico, possono compromettere seriamente la qualità della vita.

Secondo uno studio del 2014 pubblicato nel International Forum for Allergy and Rhinology si è scoperto che l’argento colloidale è efficace, usato come spray nasale.

Inclinate la testa all’indietro e versate alcune gocce nella vostra cavità nasale o aggiungetelo ad un lota neti (piccolo contenitore a forma di teiera con il beccuccio adatto a essere inserito nel naso, studiato per l’ irrigazione nasale).

8) Contrastare raffreddori e influenza

Poiché è un eccellente antimicrobico, può contribuire a ridurre la durata e la gravità del raffreddore e dell’influenza.

I decongestionanti sono uno dei più comuni farmaci prescritti per trattare queste patologie, ma l’Agenzia Italiana del Farmaco mette in guardia contro l’uso di tali farmaci nei bambini sotto i dodici anni di età, per questo motivo, è stato effettuato uno studio per valutare gli effetti di una miscela a base di argento colloidale e beta glucano rispetto ad una soluzione salina sulla congestione nasale nei bambini.

I ricercatori hanno scoperto che, anche se entrambi i gruppi sono nettamente migliorati, il 90% del gruppo con l’argento colloidale era completamente guarito, contro solo il 66% del gruppo con la soluzione salina.

9) Infezioni vie respiratorie

infezione vie respiratorie

L’argento colloidale può aiutare a contrastare una varietà di agenti patogeni quindi può essere utilizzato in caso di infezioni ai bronchi e ai polmoni.

La sua azione è esplicata quando deglutito o quando inspirato attraverso nebulizzatore o aerosol: basta un cucchiaino per una durata dai 10 ai 15 minuti da ripetersi 3 volte al giorno.

Il vantaggio di questo prezioso elemento è che non crea un “antibiotico resistenza”, per questo motivo è  utile in caso di infiammazioni croniche, di origine batterica.

10) Mal di gola

Fare gargarismi con l’argento particellare è un modo fantastico per raccogliere e rimuovere gli agenti patogeni in gola che causano dolore e infiammazione.

Possono bastare uno o due cucchiai di argento colloidale per un massimo di due minuti ed espellere.

Si può ripetere questa operazione fino a cinque volte al giorno. È inoltre possibile utilizzarlo come spray per la gola diverse volte al giorno.

11) Non solo per gli esseri umani

L’uso dell’argento colloidale non si limita ad apportare benefici all’uomo, può essere un fantastico prodotto naturale per i nostri amici a quattro zampe.argento colloidale per cani e gatti

  • Per cani: può essere usato per infezioni, occhi, orecchie, piccoli tagli e ferite. In merito all’uso orale, si consigliano da 5 a 10 gocce due volte al giorno. Come disinfettante sulle ferite, si può applicare più volte al giorno tramite un tampone di cotone o direttamente con un nebulizzatore spray. Le infezioni dell’orecchio richiedono poche gocce al giorno per un massimo di dieci giorni, mentre per le infezioni agli occhi una goccia tre volte al giorno.
  • Per gatti: può essere utilizzato come sopra indicato. Il veterinario olistico Karen Becker consiglia di utilizzarlo per il trattamento di problemi come l’acne feline, macchie da lacrimazione, infezioni micotiche, le condizioni della pelle e MRSA.

12) Utile per i giardinieri

L’argento colloidale può essere usato per combattere e sconfiggere le malattie fungine e altre infezioni che colpiscono e rovinano i vostri bellissimi fiori, le  piante ed altre colture.

Uno studio, pubblicato nel 2010 sulla rivista Mycobiology, ha scoperto che l’applicazione di nanoparticelle d’argento alle radici delle piante di cipolla eliminano completamente alcuni tipi di infezioni fungine che tendono a distruggere le piante.

L’applicazione di questo prodotto può essere fatto direttamente alla base delle piante, o mescolato in un flacone spray (diluire un cucchiaio in un litro di acqua) così che le foglie o radici che sono state colpite possano beneficiare delle sue proprietà.

13) Lavaggio naturale della frutta

L’acquisto o la coltivazione biologica è la cosa migliore quando si tratta di frutta e verdura, ma non è sempre possibile.

Per proteggersi da ciò che si trova nei prodotti commerciali, lavate la frutta e la verdura nel seguente modo: aggiungete una tazza di acqua ad una mezza tazza di aceto, e mescolatevi due cucchiaini di sale, facendolo sciogliere completamente, infine, aggiungete un quarto di tazza di argento colloidale.

Utilizzate questo mix per immergere il vostro prodotti freschi per cinque minuti prima di risciacquare, per ottenere frutta pulita e priva di sostanze chimiche.

14) Mantenere fiori freschi

Le particelle di argento aiuternno a mantenere più a lungo in vita e sani le splendide fioriture della casa.

Nel 2014, gli scienziati del Dipartimento di Orticoltura presso la Ferdowsi University of Mashhadhanno, in un loro studio, hanno scoperto che le particelle d’argento bloccano l’attività dei batteri che impediscono alle sostanze nutritive e all’umidità di essere portati alla testa del fiore, quando argento colloidale è stato aggiunto all’acqua, i fiori mantenevano un colore perfetto e petali sani per il doppio del tempo di quando i fiori venivano lasciati solamente in acqua.

15) Sbarazzarsi degli odori dell’animale domestico

Utilizzare il vero argento colloidale in casa, è un modo semplice e naturale per mantenere un odore fresco e aiuta ad eliminare gli odori degli animali domestici.

Se avete un gatto che regolarmente fa la pipì in giro o un cane che segna il suo territorio, provate a bagnare la zona con una soluzione di argento colloidale.

Dovresti sentire la differenza nel rimuovere l’odore e scoraggiare l’animale a marcare quel punto di nuovo! Per gli odori generali degli animali da compagnia, e per rinfrescare divani e letti, mescolate l’argento colloidale ad acqua distillata in una bottiglia e spruzzate leggermente sui tessuti.

Inoltre nebulizzare l’argento colloidale nella vostra camera, salotto, cucina o altro angolo della casa, aiuta a mantenere disinfetta l’aria e l’ambiente in cui vivete.

Controindicazioni

L’argento colloidale non presenta alcun tipo di controindicazione per uso esterno e quindi può essere usato tranquillamente sulla pelle e sulle mucose senza temere nessun effetto collaterale.

Donne in gravidanza o persone allergiche ai minerali-traccia dovrebbero consultare un esperto prima di assumere il prodotto.

Quando invece scegliamo di usarlo per uso interno dobbiamo sapere che esistono in commercio diversi tipi di argento non tutti con la stessa purezza, bisogna sempre differenziare un prodotto ionico da un prodotto di vero argento colloidale, attualmente l’unico certificato come migliore in Europa, dal laboratorio scienze colloidale americano, e dimostrato essere completamente sicuro da una a Relazione Scientifica dell’Università Napoli.

Dove acquistare

L’argento colloidale vero può essere acquistato online, in erboristeria o in farmacia..

Uso orale e nasale: utilizzare fino a 10ml da ripartire in 3 o 4 volte al giorno mantenendo il prodotto nel cavo orale o nasale per circa un minuto.

Uso Esterno: Applicare sulla cute lasciandolo a contatto per qualche minuto tamponando delicatamente. E’ preferibile usare il prodotto puro.

Ti è piaciuto l’articolo? Hai domande? Vuoi raccontarci la tua esperienza?

Scrivi qui sotto il tuo commento e aspetta le risposte!

Riferimenti
– An In-Depth History of Silver. Medical Uses of Colloidal Silver Through the Ages. By Eric J. Rentz, DO, MSc
– Beard, RB, DeLaurentis, M, Pourrezaei, K, Adrian, S, “Stimulation, Recording Potential and Antimicrobial Medical Catheter Coatings,” Metal-Based Drugs Vol 1, 5-6 (1994):445-458, Freund Pub House Ltd, London.
– Bechhold, H, Colloids in Biology and Medicine, NY, D. van Nostrand, 1919; p. 364-76.
– Becker, RO, Spadaro JA, “Treatment of Orthopedic Infections with Electrically Generated Silver Ions,” J Bone Jt Surg,1978; 60-A: 871.
– Becker, RO, Spadaro, JA, “Treatment of Orthopaedic Infections with Electrically Generated Silver Ions,” J Bone Jt Surg, 1978; 60:871-81.
– Berger, TJ, et al., “Electrically Generated Silver Ions: Quantitative Effects on Bacterial and Mammalian Cells,” Anti Microb Agents, 1976; 9(2): 357-8.
– Berk, RG, “Abstracts of articles on oligodynamic sterilization.” The Engineer Board, US Army Corps of Engineers [Project WS 768], Fort Belvoir, Virginia.
– Blakeney, EH, [ed] The History of Herodotus, translated by Rawlinson, G; London.
– Bridges, K, et al., “Gentamicin and Silver Resistant Pseudomonas in a Burn Unit,” Br Med J, 1979; 1:446.
– Chang, TW, L Weinstein, “In vitro Activity of Silver Sulfadiazine Against Herpesvirus hominis,” J Infect Dis, Jul 1975; 132(1): 79-81.
– Charcot and Ball, Dictionaire Encyclopedique des Sciences Medicals, P. Asselin, Sr. de Labes, V. Masson & Sons,1867; 6:68-74.
– Chu, CC, et al., “Newly Made Antibacterial Braided Nylon Sutures. 1. In vitro Qualitative and in vivo Preliminary Biocompatibility Study,” J Biomed Mater Res, 1987; 21:1281.
– Cliver, DO, et al., “Biocidal Effects of Silver: Contract NAS 9-9300 Final Technical Report,” University of Wisconsin, February 1970; p. 5.
– “Colloidal Solutions and Artificial Enzymes,” Brit Med J, February 3, 1912; 6:252-4.
– Cumston, CG, History of Medicine, A.A. Knoff Co., NY, 1926; p. 216.
– Dean, W, et al., “Reduction of Viral Load in AIDS Patients with Intravenous Mild Silver Protein – Three Case Reports,” Clinical Practice of Alternative Medicine, Spring, 2001.
– Dietch, EA, et al., “Silver-Nylon Cloth: In vitro and in vivo Evaluation of Antimicrobial Activity,” J Trauma, 1987; 27:301.
– Duhamel, BG, “Electro Metallic Colloids, Etc.,” The Lancet, January 13 th, 1912.
– Etris, S, “Clinical Experiments Show Silver Compound Can Help AIDS Patients: Researchers Say Silver Oxide Offsets AIDS Loss of Immune

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *